Double Face Lyrics by Claudio Lolli

August 22 Comments Off on Double Face Lyrics by Claudio Lolli Category: Claudio Lolli

Artist: Claudio Lolli
Album: Extranei

Vestivi bene, quel giorno in piazza,
insieme a noi c’era una tua nuova ragazza,
vestivi bene con il cappello di borsalino,
per la mano una donna nuova
e quello stupido bambino.
Che strano tipo di autorit,
farmi fare il giro di tutti i bar della citt.
Che strani amici rubacuori,
e che occhi per le donne,
che discorsi da giocatori.

Favero Favero, che cosa mi avrai insegnato,
con quella tua vocazione, da mantenuto, da sbandato
e quale esempio? Quale educazione?
Grande campione d’aperitivo,
sempre giovane vitellone.
Che strana vita, a braccio di ferro,
tra il saggio splendido e l’uomo senz’accento,
che strano amore, tra padre e figlio,
facciamo a chi pi eroe, dai,
facciamo a chi pi coniglio.

Cosa mi tocca oggi di ricontare,
ancora facciamo a gara
come voglia di lavorare.
Professionista del tradimento,
sei sempre stato un mistero
e mai mai un documento.

Favero Favero, sempre estraneo sempre fuori
dalla girandola della vita e dall’obbligo degli amori.
Sei lontano, sei lontano e cos sia,
ma sar io tua brutta copia
oppure tu lo eri della mia.

Comments are closed.